accogliamo i migranti espelliamo le basi

Oggi la Sicilia da crocevia di culture millenarie è diventata luogo di sofferenza e morte. La presenza sempre più forte di presidi militari statunitensi e della Nato ne fanno indiscutibilmente la portaerei del Mediterraneo e un arsenale di avanzatissimi strumenti di guerra. L’ altra faccia di questa medaglia è il moltiplicarsi delle galere etniche ( spesso luoghi dall’imprecisata connotazione giuridica) in cui vengono rinchiuse migliaia di persone libere che scappano da quelle guerre di cui la nostra isola è sempre più spesso base operativa e dai processi di sfruttamento e impoverimento di cui l’occidente tutto è protagonista.
I militanti del movimento no Muos, alla luce delle sempre più frequenti tragedie consumatesi in questo periodo, sentono imprescindibile l’esigenza di impegnare i propri corpi e le proprie menti e unire le lotte per lo smantellamento delle basi militari (e) , dei luoghi di reclusione e di segregazione anche dei richiedenti asilo come il megaCara di Mineo. Pensiamo, infatti, che l’accoglienza non sia né securizzazione né assistenzialismo ma costruzione cosciente, insieme ai fratelli e alle sorelle migranti, di una società libera dai confini, dalle armi e dal dominio. La Sicilia che vogliamo è terra di ospitalità tolta al gioco politico-mafioso della cementificazione e dello sfruttamento indiscriminato delle risorse e restituita a chi la abita e la ama indipendentemente dalla sua provenienza.
Per questo invitiamo tutte e tutti a discutere insieme su prospettive e future iniziative di lotta – prima tra tutte quella della terza giornata globale delle e dei migranti, sfollati e rifugiati http://globalmigrantsaction.org/index.php?mysection=Italianohttp://globalmigrantsaction.org/index.php?mysection=Italiano del 18 dicembre e per avviare un percorso che riesca a tessere insieme l’antimilitarismo, l’antirazzismo e la difesa dei territori.

Il Coordinamento regionale dei Comitati e l’Assemblea del Presidio Permanente No Muos vi aspettano giorno 14 Dicembre a Messina al Teatro Pinelli Occupato dalle ore 15.00.

Per adesioni alla giornata e informazioni logistiche: comunica@nomuos.info

Be the first to comment

Rispondi