Carta d’intenti del Coordinamento Regionale dei Comitati NO MUOS

Carta d’intenti del Coordinamento Regionale dei Comitati NO MUOS

  1. Il MUOS (Mobile User Objective System), che il governo degli Stati Uniti, in accordo con il governo italiano, ha deciso di installare a Niscemi, è un dispositivo di offesa e difesa militare a livello mondiale che scaturisce dalla corsa tecnologica senza precedenti di cui sono protagonisti i sistemi militari; fa parte di un progetto egemonico di totale controllo delle risorse globali attraverso l’uso spregiudicato della guerra.
  2. La Sicilia è da anni ceduta agli interessi delle forze armate degli Stati Uniti, che hanno disseminato il territorio di basi, depositi e servitù militari sia proprie che della NATO, e trasformato Sigonella nella più importante base militare del Mediterraneo, capitale mondiale dei droni e vero Centro delle strategie imperiali americane.
  3. L’amministrazione militare statunitense, che nel 1943 fece della mafia il proprio interlocutore per lo sbarco in Sicilia, per poi elevarla a soggetto politico-istituzionale, oggi, per i lavori di edificazione degli impianti del MUOS si è rivolta a soggetti acclaratamente appartenenti ad associazioni dI stampo mafioso.
  4. La militarizzazione della Sicilia ha avuto ed avrà pesanti ricadute sulla salute degli abitanti delle aree limitrofe alle basi a causa delle fonti di inquinamento sia elettromagnetico che nucleare: dalle antenne della base NRTF n. 8 di Niscemi all’approdo dei sommergibili atomici di Augusta, dalla nuova base per la dismissione del naviglio NATO di Messina ai vari depositi di armi e ordigni. Il MUOS imprimerà a questa situazione una forte accelerazione per via dell’azione nociva provocata dalle sue onde elettromagnetiche: rischio leucemie, tumori, linfomi, malformazioni genetiche, ecc.
  5. Il MUOS, come la base NRTF n. 8, viola la riserva naturale della Sughereta di Niscemi (Sito di Interesse Comunitario) e con le sue malefiche emissioni provoca ulteriore danno all’ambiente.
  6. Il processo di militarizzazione della Sicilia, accelerato dalla costruzione del MUOS, calpesta il diritto alla salute e il diritto all’autodeterminazione. Viola, in poche parole, la libertà del popolo siciliano e rappresenta una minaccia alla pace e alla convivenza tra i popoli, a partire da quelli del bacino del Mediterraneo, del Medio oriente e dell’Africa del Nord.
  7. Il Coordinamento dei Comitati NO MUOS è un movimento apartitico e aconfessionale, ad adesione individuale, fatto di persone di culture, estrazioni sociali e convinzioni politiche differenti, ma che si riconoscono nei valori imprescindibili della libertà, dell’uguaglianza, della solidarietà, dell’antifascismo e dell’antirazzismo. Il coordinamento si costituisce a partire dal bisogno impellente di liberare la Sicilia (dalla colonizzazione e occupazione militare) dalla militarizzazione dei nostri territori (comprese le galere etniche per migranti), condizione per costruire un presente e un futuro di benessere per il popolo siciliano
  8. Il Coordinamento vuole che la Sicilia sia al centro di un Mediterraneo di pace, dove i popoli si incontrino, scambiando le loro competenze tecnologiche, scientifiche, professionali e le loro culture, al di fuori di relazioni di sfruttamento, egemonia e sopraffazione.
  9. Il Coordinamento si relaziona con partiti, movimenti, istituzioni in maniera paritaria, rifiutando qualsiasi forma di subalternità e di rinuncia alla propria autonomia di elaborazione e di azione.
  10. Il Coordinamento si dà basi di funzionamento di tipo orizzontale e non può limitare l’autonomia dei singoli comitati; tutti i comitati e tutti gli aderenti all’interno dei comitati, sono sullo stesso piano, discutono e decidono in maniera assembleare, ricercando sempre il massimo di consenso condiviso; ammettono mandati solo di tipo esecutivo e non permanente, revocabili in qualsiasi momento dall’assemblea generale.
  11. Il Coordinamento è autorganizzato e autofinanziato; i suoi mezzi sono la partecipazione in prima persona, la propaganda e l’azione diretta ed ogni altra iniziativa coerente con la presenta Carta d’Intenti, utile al il raggiungimento degli scopi prefissati.
  12. La presente Carta d’Intenti può essere modificata nei suoi vari punti all’unanimità dai partecipanti all’assemblea generale del Coordinamento.

Piazza Armerina, 18-11-2012

1 Commento

  1. yenkee go home: pensano di poter schiacciare la resistenza di un piccolo popolo. Non gli è bastata la lezione del Viet Nam

4 Trackbacks / Pingbacks

  1. Nella giornata del 19 Gennaio nasce il no muos comitato casmeneo a comiso
  2. Domenica 23 giugno alle 10,00 Assemblea dei comitati al presidio | NO MUOS
  3. _omissis_ Carta d’intenti del Coordinamento Regionale dei Comitati NO MUOS | _omissis_
  4. FAQ MUOS. Per saperne qualcosa, in breve | Il mio luogo

Rispondi