Dalla miniera di Pasquasia al MUOS di Niscemi passando per i boschi di Piazza Armerina

locandina1aprileNoMuosOKIn vista della manifestazione No MUOS  del 4 aprile a Niscemi

Assemblea pubblica sulle emergenze ambientali nel nostro territorio: l’evento, dal titolo “Dalla miniera di Pasquasia al MUOS di Niscemi passando per i boschi di Piazza Armerina” si terrà mercoledì 1 aprile con inizio alle ore 16,00 presso l’Istituto di Scienze Religiose Don Sturzo a Piazza Armerina, in via La Bella n. 31. Ampio e articolato il programma: dopo il saluto agli ospiti, ci sarà l’ introduzione di Paola Donatella Di Vita (Circolo Piazzambiente) e Salvatore Giordano (Comitato No MUOS No War). Gli interventi:
La sentenza del TAR sul MUOS (Nicola Giudice, avv. Legambiente)
L’impegno delle donne di Niscemi contro le antenne e il MUOS (testimonianze di Ylenia D’Alessandro, Concetta Gualato e Giuliana Reale)
La miniera di Pasquasia: emergenza ambientale?(Tonino Palma, Comitato Tutela Ambiente e Salute)
I boschi di Piazza Armerina, in videoconferenza, Alessandro Giugno, presidente del Circolo Legambiente Caltanissetta.
Al termine, ci sarà l’a
ppello alla partecipazione alla manifestazione No MUOS 4 aprile 2015 nella Sughereta di Niscemi . “Cercheremo di affrontare le emergenze più evidenti e preoccupanti del territorio che occupa gran parte delle province di Enna e Caltanissetta -dichiarano gli organizzatori, appartenenti al Circolo Piazzambiente e al comitato NO MUOS No War di Piazza Armerina. “Una sorta di filo rosso lega zone ad alta densità di fattori inquinanti rimasti sconosciuti a lungo mentre si continua ad assistere ai tentativi di nascondere verità a nostro avviso inconfutabili per la militarizzazione crescente e il depauperamento delle risorse naturali. Ecco perché cercheremo di avviare la lettura, quanto più possibile condivisa, del nostro territorio in vista della grande manifestazione NO MUOS del 4 aprile presso la sughereta di Niscemi.”

Foto del profilo di Comitato di base di Piazza Armerina
About Comitato di base di Piazza Armerina 55 Articles
Il Comitato No MUOS di Piazza Armerina si riunisce in ambito cittadino per la prima volta nell’aprile del 2012; in precedenza, singoli cittadini o gruppi di giovani, in particolare, avevano partecipato a iniziative e a giornate di mobilitazione nella città di Niscemi. Il comitato è, dunque, la risposta all’esigenza, manifestata da tanti, di conoscersi, condividere e programmare iniziative a livello cittadino. Il comitato armerino è parte attiva del Coordinamento Regionale dei Comitati No MUOS, il cui atto fondativo è la Carta di Intenti, approvata, dopo un lungo e articolato dibattito, nel mese di ottobre a Piazza Armerina dai comitati aderenti siciliani. Il primo grande evento organizzato dal nostro comitato si è tenuto il sei luglio 2012 presso il Chiostro Sant’Anna: al convegno pubblico sul MUOS hanno partecipato numerosi cittadini, in qualità di relatori Antonio Mazzeo e attivisti provenienti da Niscemi e Modica (Peppe Cannella ed Enzo Traina), le amministrazioni di Niscemi e Piazza Armerina, associazioni come Pax Christi, Emergency e altre. Oltre alla partecipazione alle numerose manifestazioni indette a Niscemi e alla presenza, mai sufficientemente ampia, al presidio presso Contrada Ulmo, tra le iniziative più rilevanti realizzate dal comitato vi sono: 1) incontro, con esponenti del comitato di Niscemi, con il consiglio provinciale di Enna che ha approvato il documento contro l’installazione del MUOS (settembre 2012) 2) incontro con il vescovo della Diocesi di Piazza Armerina e con il pastore della Chiesa Cristiana Avventista del Settimo Giorno (ottobre 2012) 3) incontro-dibattito sul MUOS con i deputati regionali eletti in provincia di Enna e nel comprensorio di Caltagirone (novembre 2012) 4) proposta al consiglio comunale di Piazza armerina della mozione contro il MUOS, approvata all’unanimità (gennaio 2013) 5) realizzazione, sabato 19 gennaio ’13, del dibattito pubblico: “La sovranità appartiene al popolo. Il popolo dice no al MUOS di Niscemi”. Hanno risposto ai cittadini sul MUOS Antonio Venturino e Fausto Nigrelli, in rappresentanza delle istituzioni, e Agostino Sella, blogger e giornalista. Moderatore Salvatore Giordano, del comitato No MUOS.

Be the first to comment

Rispondi