Gli asteroidi e il MUOS

Le mamme NO MUOS rispondono a Zichichi

Un’altra giornata di passione a Niscemi dove le mamme del Comitato No MUOS e gli attivisti del movimento si sono incontrati in piazza per programmare altre iniziative dopo le precedenti. E, naturalmente, in molti si sono interrogati sul recondito significato della presa di posizione espressa la sera prima da Antonino Zichichi, fisico e assessore dell’attuale giunta Crocetta. “Il MUos non fa male – aveva dichiarato Zichichi- e serve contro gli asteroidi”. E gli asteroidi sembrano proprio essere un incubo ricorrente per Zichichi che, ad Erice, nell’agosto del 2011, nell’ambito di una convention sulle minacce planetarie come la caduta degli asteroidi, fece tenere una “lectio magistralis” all’allora ministro della difesa, Ignazio La Russa, che, proprio in quei giorni, aveva concordato con gli americani la location per il MUOS nostrano, la sughereta di Niscemi, appunto. A smentire Zichichi, però, è indirettamente proprio la ditta Loocked Martin che ha la paternità della costruzione del MUOS, oltre a quella dei famigerati F35. Nel sito della Loocked, infatti, viene schematizzato in una immagine  il funzionamento del MUOS escludendo chiaramente che possa servire a intercettare gli asteroidi. Le mamme del Comitato hanno preso una forte e decisa posizione in merito diffondendo il seguente comunicato: “Il comitato mamme No MUOS invita il professore Zichichi a leggere le relazioni di Zucchetti e Corradu che affrontano, da scienziati, il problema delle emissioni delle onde elettromagnetiche e le loro conseguenze. Invitano, inoltre, l’illustre professore a soggiornare per una decina di giorni presso i presidi in Contrada ULMO, a Niscemi, possibilmente con l’intera famiglia, per poter godere di uno spettacolo unico al mondo, le 46 antenne già attive, e provare i disturbi causati dall’esposizione alle onde.”

ecco il link dell’americana Loocked Martin che illustra come funziona e  a cosa serve il MUOS:

http://www.lockheedmartin.com/content/dam/lockheed/data/space/photo/pressrelease/MUOS_Graphic_09_LBand_hr.jpg

 

Antonella Santarelli

Foto del profilo di Comitato di base di Piazza Armerina
About Comitato di base di Piazza Armerina 55 Articles
Il Comitato No MUOS di Piazza Armerina si riunisce in ambito cittadino per la prima volta nell’aprile del 2012; in precedenza, singoli cittadini o gruppi di giovani, in particolare, avevano partecipato a iniziative e a giornate di mobilitazione nella città di Niscemi. Il comitato è, dunque, la risposta all’esigenza, manifestata da tanti, di conoscersi, condividere e programmare iniziative a livello cittadino. Il comitato armerino è parte attiva del Coordinamento Regionale dei Comitati No MUOS, il cui atto fondativo è la Carta di Intenti, approvata, dopo un lungo e articolato dibattito, nel mese di ottobre a Piazza Armerina dai comitati aderenti siciliani. Il primo grande evento organizzato dal nostro comitato si è tenuto il sei luglio 2012 presso il Chiostro Sant’Anna: al convegno pubblico sul MUOS hanno partecipato numerosi cittadini, in qualità di relatori Antonio Mazzeo e attivisti provenienti da Niscemi e Modica (Peppe Cannella ed Enzo Traina), le amministrazioni di Niscemi e Piazza Armerina, associazioni come Pax Christi, Emergency e altre. Oltre alla partecipazione alle numerose manifestazioni indette a Niscemi e alla presenza, mai sufficientemente ampia, al presidio presso Contrada Ulmo, tra le iniziative più rilevanti realizzate dal comitato vi sono: 1) incontro, con esponenti del comitato di Niscemi, con il consiglio provinciale di Enna che ha approvato il documento contro l’installazione del MUOS (settembre 2012) 2) incontro con il vescovo della Diocesi di Piazza Armerina e con il pastore della Chiesa Cristiana Avventista del Settimo Giorno (ottobre 2012) 3) incontro-dibattito sul MUOS con i deputati regionali eletti in provincia di Enna e nel comprensorio di Caltagirone (novembre 2012) 4) proposta al consiglio comunale di Piazza armerina della mozione contro il MUOS, approvata all’unanimità (gennaio 2013) 5) realizzazione, sabato 19 gennaio ’13, del dibattito pubblico: “La sovranità appartiene al popolo. Il popolo dice no al MUOS di Niscemi”. Hanno risposto ai cittadini sul MUOS Antonio Venturino e Fausto Nigrelli, in rappresentanza delle istituzioni, e Agostino Sella, blogger e giornalista. Moderatore Salvatore Giordano, del comitato No MUOS.

2 Trackbacks / Pingbacks

  1. anarcomedia
  2. NO MUOS: non facciomoci abbindolare da … Zichichi!

Rispondi