I No MUOS contestano la Console degli Stati Uniti d’America in visita a Caltanissetta

giannetto

La console generale degli Stati Uniti d’America a Napoli, Colombia Barrose, si è per la seconda volta recata fin dentro il remoto entroterra siciliano direttamente al Palazzo del Carmine (il palazzo municipale di Caltanissetta) per incontrare il sindaco di Caltanissetta Giovanni Ruvolo.

Fortunatamente numerosi attivisti del Comitato No MUOS di Caltanissetta e diversi simpatizzanti sono stati presenti con bandiere e cori per manifestare il loro dissenso ricordando quanto sono disdicevoli queste pressioni ad opera del Consolato USA per continuare a cercare di mettere in soggezione le nostre deboli amministrazioni locali, nonostante la recente sentenza del TAR che si è pronunciato a favore dei No MUOS, rendendo così sulla carta di nuovo effettiva la revoca di qualsiasi lavoro all’interno della Base Militare USA di Niscemi che è stata istallata violando con arroganza divieti paesaggistici e la salvaguardia della salute di tutti i Siciliani.

Gli attivisti No MUOS vengono spesso ritratti come irresponsabili idealisti, che nella loro ingenuità, nel loro dire No a tutto, non capiscono l’importanza della sicurezza nazionale.

Vogliamo ricordare invece che il nostro movimento rappresenta una Sicilia che resiste alla presenza USA in Italia come in passato la resistenza partigiana si opponeva alla presenza Nazi-Fascista in Italia.

Anche se per assurdo il MUOS facesse bene alla salute dei siciliani, noi No MUOS combatteremo questa e le altre basi militari che non fanno altro che seminare disumanamente, povertà, guerra, morte e oppressione come abbiamo constatato tragicamente in questi ultimi anni.

L’ingenuità è credere che queste Basi Militari siano degli importanti baluardi per una fantomatica sicurezza nazionale. Ingenuità irresponsabile è appoggiare guerre falsamente “umanitarie” che invece di esportare democrazia esportano solo odio e distruzione a cui è poi così difficile porre rimedio.

Noi No MUOS continueremo ad opporci sia al MUOS che alla militarizzazione della Sicilia, ribadendo, come abbiamo sempre fatto con coraggiosa intransigenza, anche a costo di numerose denunce, il nostro rifiuto ad ogni logica militare che mortifichi la nostra e altrui terra e la nostra e altrui umanità.

Dopo che la Console Americana è andata via scortata da numerosi agenti, noi del Comitato No MUOS abbiamo avuto modo di dialogare velocemente con il sindaco Giovanni Ruvolo avanzandogli alcune proposte che speriamo vengano accolte per far sì che dall’amministrazione nissena vengano dei piccoli ma significativi segnali.

11096969_10153366887695116_1354980243_n

Abbiamo chiesto:

  • Che venga esposta in comune a bella vista la bandiera No MUOS che il comitato di Caltanissetta ha donato al sindaco.

  • Che il sindaco si pronunci e sostenga in qualsiasi modo la mobilitazione che ci sarà per la manifestazione nazionale indetta a Niscemi dal Movimento No MUOS giorno 4 aprile, magari anche unendosi all’appello che a breve vari sindaci lanceranno, invitando i nisseni ad andare il 4 a Niscemi per manifestare.

Noi del Comitato No MUOS di Caltanissetta rendiamo inoltre noto che stiamo organizzando un autobus che da Caltanissetta ci porterà numerosi a Niscemi il 4 aprile per dire il nostro sonoro:

No alla Guerra e No al MUOS!

https://www.facebook.com/events/802882553080971/

Comitato No MUOS Caltanissetta

http://www.ennatv.com/portale_web/lib/archivio.aspx?video=23786&ID=7

 

Be the first to comment

Rispondi