La revoca in ospedale

© Gabriella Sentina

Come di consueto anche stamattina durante un tentativo di revoca dal basso contro la costruzione del MUOS è stata usata la violenza da parte delle forze di Polizia per far passare i mezzi. Due attivisti, Peppe e Sandro, che ponevano i loro corpi come ostacolo passivo, grazie a delle forze attive sono finiti in Pronto Soccorso per essere medicati.

Max e Carmelo, due attivisti, sono stati portati in questura.

A Peppe, uno degli attivisti feriti stamane durante il blocco dei mezzi, alla visita al Pronto Soccorso di Niscemi è stata diagnosticata una distorsione al braccio destro con ematoma ed escoriazioni e cinque giorni di prognosi.

Sandro, l’altro attivista portato in Pronto Soccorso, viene sottoposto a rx a gomito e spalla.

Altre foto.

Foto del profilo di Coordinamento Regionale Comitati NO MUOS
About Coordinamento Regionale Comitati NO MUOS 299 Articles
Il gruppo mediattivisti NO MUOS nasce dall'esigenza interna al coordinamento regionale dei comitati NO MUOS di relazionarsi in modo qualitativamente migliore con la stampa e con chi vuole informarsi sul tema MUOS. È composto da mediattivisti di diversi comitati. Per contatti: comunica (a) nomuos . info

1 Trackback / Pingback

  1. Carica della celere | NO MUOS

Rispondi