MUOS come Morte: verso il corteo nazionale del 28/9

corteoPer tutta l’estate il Movimento No Muos ha continuato la lotta contro l’installazione dell’impianto militare di comunicazione satellitare MUOS (Mobile User Objective System) a Niscemi (CL), in Sicilia. Nelle prime settimane di agosto il coordinamento regionale dei comitati No MUOS ha organizzato il campeggio estivo No Muos -largamente partecipato- al presidio permanente di contrada Ulmo. Tra iniziative, assemblee e momenti di socialità, si è arrivati a costruire la manifestazione del 9 agosto, nella quale circa 3000 persone, tra cui anziani, bambini, mamme e attivisti del campeggio, sono entrate nella base, occupandola, per ribadire la volontà di liberare questa terra da strumenti di guerra come il MUOS e le antenne NRTF, ritenuti nocivi alla salute e all’ambiente.

Dopo la manifestazione i lavori per la costruzione del MUOS sono proseguiti, così come i blocchi e le barricate da parte del presidio. Invece la repressione e i controlli da parte delle forze del (dis)ordine contro i compagni del presidio si sono intensificati.

Ma la lotta continua e non si ferma!

È stata organizzata dal 20 al 22 settembre una tre giorni al presidio ricca di iniziative e dibattiti, con un’intensa e partecipata assemblea che ha portato sabato 21 all’occupazione della base da parte di alcuni attivisti, come momento con il quale il Movimento No Muos vuole rilanciare la lotta per lo smantellamento delle 46 antenne NRTF e contro la costruzione del nuovo impianto.

Con questo intento è stato convocato il Corteo Nazionale del 28 settembre a Palermo.

Una manifestazione che inoltre chiede le dimissioni del Presidente della Regione Sicilia Crocetta perché con le sue bugie e i suoi giochini (come per esempio la Revoca della Revoca), le sue contraddizioni e i suoi tradimenti non ha fatto altro che eseguire gli ordini del Ministero dell’Interno e attuare gli obiettivi militari yankee.

Ciò dimostra a tutti la diffidenza che si deve avere nei confronti di ogni istituzione o partito, pronti a garantire gli interessi di tutti tranne quelli di chi rappresentano, o meglio di chi dovrebbero rappresentare.

Nonostante i media nazionali non prendano in considerazione la questione del MUOS, questa diventa sempre più rilevante, anche in vista dei venti di guerra che soffiano dalla Siria proprio in questi giorni. La base di Niscemi e quella vicina di Sigonella (base principale di partenza per i droni in tutto il Maghreb e il Medio Oriente) risultano essere strategicamente fondamentali per l’attacco che gli Stati Uniti si stanno preparando a sferrare, appunto, in Siria. La crisi siriana, con migliaia di morti da entrambe le fazioni, mostra per l’ennesima volta quanto gli Stati Occidentali, guidati proprio dagli Usa, siano pronti a qualsiasi crudeltà e alla costruzione di qualsiasi menzogna pur di far valere i propri interessi strategico-economici. Oltretutto la popolazione siciliana diventa, nel contesto geopolitico odierno, un pericoloso obiettivo strategico-militare da colpire.

Per tutti questi motivi, rinnoviamo l’invito a diffondere e promuovere attraverso i propri canali il corteo nazionale del 28 settembre 2013 a Palermo, con partenza da Piazza Politeama alle ore 15.

Per la SALUTE – Per la PACE – NO al MUOS

Comitato No Muos Pisa – 25/9/13

mamme-no-muos

Foto del profilo di Comitato No Muos Pisa
About Comitato No Muos Pisa 1 Article
Nato nel maggio 2013, il Comitato No Muos Pisa pone come sue priorità: raccogliere fondi per finanziare l’acquisto del terreno su cui si svolge il presidio permanente a Niscemi e sostenere le spese legali degli attivisti No Muos operanti nel territorio; informare e sensibilizzare la popolazione pisana sul MUOS e sui movimenti di opposizione. http://nomuospisa.wordpress.com - Facebook: Comitato No Muos Pisa

Be the first to comment

Rispondi