Pacifisti USA e GB incontrano i No MUOS a Niscemi

rete globale di NiscemiLa guerra ha colonizzato lo spazio. Incontro un Niscemi Con gli attivisti del Global Network

Gli attivisti No MUOS hanno incontrato sabato 14 novembre 2015 tre Esponenti del Global Network Against Weapons e l’energia nucleare nello spazio, Gli Americani   Bruce Gagnon, coordinatore del gruppo, Yosi McIntire, giornalista, e Dave Webb, responsabile della campagna per il disarmo nucleare, inglese.               

L’attenzione rivolta grandissima alle parole e alle immagini proiettate Nella Sala della Biblioteca di Niscemi: Tra Gli Altri, Dave Webb   ha illustrato   Gli Armamenti e le tecnologie con cui Gli Stati Uniti d’America Hanno invaso Non Solo i territori di vastissime Aree del pianeta ma also lo spazio per le esigenze Che la politica bellica americana Vuole soddisfatte in Relazione Agli Scenari di guerra in Atto ea Quelli programmati.

“Non potevamo Che Essere anche qui, un Niscemi, dove il Governo USA con la Lockeed Martin Vuole Attivare il MUOS, Sistema di telecomunicazioni militari Che renderanno oltremodo Potente la macchina bellica per la guerra perenne”, Hanno dichiarato.

Il Global Network e presente in Tutti i Continenti del Mondo e organizza OGNI anno, nda territori invasi da basi americane,   un evento Mondiale per Tenere viva L’attenzione sul “Space Alert”; nel corso del 2015, l’evento Si e una Tenuto Kyoto, in Giappone, colomba e Stato non presente also un Rappresentante del Movimento No MUOS.rete globale

Numerosi attivisti di diverse città siciliane Hanno dichiarato di Volersi associare al Global Network per estendere la rete internazionale di chi Vuole Costruire la pace mettendo al centro dell’attenzione le Politiche Attuali   di forte riarmo nucleare e di militarizzazione dei territori.

Sito dell’organizzazione: www.space4peace.org

Foto del profilo di Comitato di base di Piazza Armerina
About Comitato di base di Piazza Armerina 55 Articles
Il Comitato No MUOS di Piazza Armerina si riunisce in ambito cittadino per la prima volta nell’aprile del 2012; in precedenza, singoli cittadini o gruppi di giovani, in particolare, avevano partecipato a iniziative e a giornate di mobilitazione nella città di Niscemi. Il comitato è, dunque, la risposta all’esigenza, manifestata da tanti, di conoscersi, condividere e programmare iniziative a livello cittadino. Il comitato armerino è parte attiva del Coordinamento Regionale dei Comitati No MUOS, il cui atto fondativo è la Carta di Intenti, approvata, dopo un lungo e articolato dibattito, nel mese di ottobre a Piazza Armerina dai comitati aderenti siciliani. Il primo grande evento organizzato dal nostro comitato si è tenuto il sei luglio 2012 presso il Chiostro Sant’Anna: al convegno pubblico sul MUOS hanno partecipato numerosi cittadini, in qualità di relatori Antonio Mazzeo e attivisti provenienti da Niscemi e Modica (Peppe Cannella ed Enzo Traina), le amministrazioni di Niscemi e Piazza Armerina, associazioni come Pax Christi, Emergency e altre. Oltre alla partecipazione alle numerose manifestazioni indette a Niscemi e alla presenza, mai sufficientemente ampia, al presidio presso Contrada Ulmo, tra le iniziative più rilevanti realizzate dal comitato vi sono: 1) incontro, con esponenti del comitato di Niscemi, con il consiglio provinciale di Enna che ha approvato il documento contro l’installazione del MUOS (settembre 2012) 2) incontro con il vescovo della Diocesi di Piazza Armerina e con il pastore della Chiesa Cristiana Avventista del Settimo Giorno (ottobre 2012) 3) incontro-dibattito sul MUOS con i deputati regionali eletti in provincia di Enna e nel comprensorio di Caltagirone (novembre 2012) 4) proposta al consiglio comunale di Piazza armerina della mozione contro il MUOS, approvata all’unanimità (gennaio 2013) 5) realizzazione, sabato 19 gennaio ’13, del dibattito pubblico: “La sovranità appartiene al popolo. Il popolo dice no al MUOS di Niscemi”. Hanno risposto ai cittadini sul MUOS Antonio Venturino e Fausto Nigrelli, in rappresentanza delle istituzioni, e Agostino Sella, blogger e giornalista. Moderatore Salvatore Giordano, del comitato No MUOS.

Be the first to comment

Rispondi