Perché abbiamo contestato Salvini a Gela


1507115_942334555834264_7750846578436400506_n

 

Dopo la contestazione No Muos a Matteo Salvini, segretario della Lega Nord in visita per la prima tappa del suo tour siciliano a Gela, sentiamo la necessità di dover ribadire i motivi della nostra contrarietà al personaggio politico che, più di altro, riesce a catalizzare odio e populismo a buon mercato.

CIMG0584

Noi respingiamo Salvini perché in questa operazione di restyling politico si circonda di fascisti, giunti direttamente da Catania per rendergli il solito servizio d’ordine.Noi invece siamo antifascisti, come ribadito nella carta d’intenti del movimento No Muos, e crediamo che l’antifascismo vada non solo proclamato ma ribadito con le pratiche.

Mai con Salvini perché, nonostante i proclami No Muos di Salvini e dei suo accoliti, l’unico atto ufficiale della Lega Nord sul Muos è la richiesta che venga utilizzato “come radar per contrastare i flussi migratori”. Riuscendo a sostenere tre stronzate nel giro di poche parole, perché:
1) il Muos non è un radar
2) è di proprietà della Marina militare Usa e l’Italia non può mettere bocca 3) i flussi migratori non si contrastano, specie attraverso un’arma militare. Tanto che persino il governo dovette ribadirlo, nella discussione in Senato risalente all’anno scorso.

Respingiamo Salvini perché gli rovesciamo addosso i beceri slogan “Prima gli italiani” e “aiutiamoli a casa loro”. Noi invece crediamo che sia fondamentale prima di tutto restare umani, per dirla con le parole di Vittorio Arrigoni, e sosteniamo la libertà di circolazione delle persone. Da antimilitaristi ci schieriamo contro le guerre che provocano le migrazioni e non certo contro le loro vittime.

Siamo contro Salvini e la sua folle idea, sposata persino dal governo italiano, di bombardamenti mirati ai “barconi della morte”. Perché la storia ci insegna che queste operazioni mirate portano con sé solo distruzioni e morti di innocenti.

 

E a chi, con la consueta dose di “benaltrismo”, indicava in Renzi e Crocetta i veri nemici della Sicilia noi ripetiamo che: 1) li abbiamo già contestati a dovere in tutte le occasioni possibili 2) ognuno si sceglie gli avversari che vuole.


No Muos Screenshot_2015-05-13-15-19-19

La risposta di Salvini non si è fatta attendere

Be the first to comment

Rispondi