Smilitarizzazione, bonifica e tutela di Punta Izzo – Augusta (SR)

Al Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella
Al Presidente del Consiglio dei Ministri, Matteo Renzi
Al Ministro della Difesa, Roberta Pinotti
Al Ministro dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare, Gian Luca Galletti
Al Ministro dei BB.CC. e del turismo, Dario Franceschini
Al Presidente della Regione Siciliana, Rosario Crocetta
All’Assessore all’Ambiente della Regione Siciliana, Maurizio Croce
All’Assessore ai BB.CC. e dell’Identità Siciliana della Regione Siciliana, Carlo Vermiglio
Al Prefetto di Siracusa, Armando Gradone
Al Soprintendente ai BB. CC. di Siracusa, Rosalba Panvini
Al Sindaco del Comune di Augusta, Cettina Di Pietro

Oggetto: Petizione popolare per la smilitarizzazione, la bonifica e la tutela del comprensorio costiero di Punta Izzo, Augusta (SR)

I/le sottoscritti/e, firmatari/e della presente petizione, nel manifestare l’interesse alla salvaguardia, alla valorizzazione e alla libera fruizione del comprensorio costiero denominato “Punta Izzo” insistente nel territorio di Augusta (SR),

Premesso che

–  il comprensorio costiero in questione è attualmente un bene demaniale militare dello Stato italiano, e in quanto tale è interdetto alla popolazione civile;

– una parte marginale del comprensorio ospita un poligono di tiro della Marina militare italiana, il quale da alcuni decenni risulta non più utilizzato per le esercitazioni a fuoco del personale militare;

– l’area in passato utilizzata per le esercitazioni militari a fuoco registra ancora la presenza di bossoli di vario tipo e calibro dispersi nell’ambiente, ed è perciò necessario verificare con appositi strumenti tecnici il reale livello di contaminazione del suolo e dei fondali marini e procedere alla bonifica dell’intero sito;

– il comprensorio costiero presenta un notevole pregio sotto il profilo naturalistico, storico, archeologico, etnografico e culturale; ed è stato inoltre fonte d’ispirazione e fucina di leggende popolari, storie e opere letterarie, tra le quali si ricorda il celebre racconto La Sirena dello scrittore Giuseppe Tomasi di Lampedusa;

– limitrofa a Punta Izzo si trova l’importante area umida delle ex Saline Regina di Augusta riconosciuta come SIC (Sito d’Interesse Comunitario) e ZPS (Zona di Protezione Speciale);

– secondo le previsioni del Piano Paesaggistico della Regione Siciliana, il tratto di costa in oggetto risulta assoggettato al massimo livello  di tutela (3) paesaggistico-ambientale;

– nella provincia di Siracusa, ed in misura preponderante sul territorio di Augusta, esiste già una considerevole presenza di basi, istallazioni e complessi militari in uso alle forze armate italiane, statunitensi e Nato con conseguenti vincoli che sottraggono rilevanti spazi alla pubblica fruizione;

– la comunità di Augusta, nonostante disponga di un ricco patrimonio costiero e territoriale, soffre quindi la cronica mancanza di accessi al mare e di spazi sociali, verdi e aperti alla libera fruizione, con l’aggravante della perdurante contaminazione ambientale cagionata, nei decenni, dalle emissioni degli stabilimenti industriali del polo petrolchimico;

– Augusta è area ad elevato rischio di crisi ambientale e sito d’interesse nazionale ai fini delle bonifiche (SIN) e pertanto, accanto agli urgenti interventi di bonifica dei siti inquinati, necessita di politiche ambientali, sociali ed economiche indirizzate, tra l’altro, al recupero, alla conservazione, alla tutela e alla fruizione pubblica del suo patrimonio naturalistico, storico e culturale;

Richiedono

a) di procedere alla smilitarizzazione del comprensorio costiero di Punta Izzo, essendo di tutta evidenza che esso non è più funzionale ad usi militari né – per quanto sopra evidenziato – sono ipotizzabili modifiche di tale condizione di inutilizzo;

b) di procedere, altresì, alla caratterizzazione ambientale e alla bonifica del sito;

c) di predisporre e attuare adeguate misure rivolte alla tutela del comprensorio ed alla sua valorizzazione e pubblica fruizione, riconoscendo e istituendo il Parco Naturale e Culturale di Punta Izzo;

d) che sia garantita – in ogni fase dell’azione politica e amministrativa necessaria per accogliere e realizzare quanto qui richiesto  – la trasparenza, il coinvolgimento democratico e la partecipazione diretta della cittadinanza.

https://www.change.org/p/smilitarizzazione-bonifica-e-tutela-di-punta-izzo-augusta-sr

 

Be the first to comment

Rispondi