COMUNICATO ANTIFASCISTA

Solidarietà antifa per Pavlos

Nella notte tra il 17 e il 18 settembre il rapper greco antifascista Pavlos Fyssas, noto come Killah P è stato assassinato da un membro di Alba Dorata in seguito ad un agguato squadrista compiuto in strada sotto gli occhi di due agenti di polizia come sempre complici della vigliacca propaganda fascista.

Killah P è morto a causa di due coltellate, una all’addome e l’altra letale al cuore; il compagno è morto mentre veniva trasportato in ospedale dall’ ambulanza che si è presentata sul luogo con circa 30 minuti di ritardo.
La risposta delle/gli antifascit* è stata immediata e forte: le sedi del partito nazista Alba Dorata di tutta la Grecia sono state messe a ferro e fuoco, nonostante il tentativo di difesa da parte delle forze dell’ordine che hanno agito con violente cariche e lanci di lacrimogeni ad altezza uomo, causando la perdita di un occhio ad un compagno diciassettenne oltre a decine e decine di feriti. Esistono parecchie testimonianze video nelle quali i nazisti di Alba Dorata sono schierati a fianco della polizia greca durante la repressione alle/gli antifascist*.

Manifestazioni di solidarietà si sono succedute in tante altre città d’Europa, riversando la propria rabbia nelle strade e ribadendo l’ostilità ad ogni forma di nazifascismo.

Il movimento No Muos, in quanto movimento antifascista, esprime massima solidarietà ai compagni e alle compagne arrestati/e, feriti/e e a tutt* coloro che ogni giorno combattono il fascismo.
L’antifascismo oltre ad essere la memoria della resistenza è anche una pratica che mira ad estirpare ogni radice fascista dalla nostra terra perché nociva ed assassina di ogni libera coscienza umana.
Le aggressioni fasciste ai danni delle/i compagn* in tutta Europa sono sempre più numerose, lo testimoniano gli assassinii avvenuti a pochi mesi di distanza di Clément Méric in Francia e addesso di Killah P in Grecia. Sembra chiara, quindi, l’intenzione dei movimenti filonazisti e filofascisti di voler riemergere nel tessuto sociale e politico.
Non sono un caso i tentativi d’infiltrazione di queste aberranti realtà anche nella lotta No Muos, infatti per il 18 ottobre, Casa Pound-Fiamma Tricolore-Forza Nuova hanno indetto una manifestazione in contrada Ulmo proprio in prossimità del presidio permanente. Facciamo sentire che la lotta antifascista è parte viva della lotta No Muos come componente essenziale della nostra identità sia politica che umana. Non diamo spazio al fascismo, allo squadrismo di cui si serve ed alla loro spregievole presenza nel movimento NoMuos.

“E’ morto un partigiano, ne nascono altri cento”

NO MUOS ANTIFA
PRESIDIO PERMANENTE

Be the first to comment

Rispondi