Dieci gli attivisti sulle antenne, uno è in sciopero della fame

All’Alba di stamani, due giovani No MUOS di Niscemi hanno fatto ingresso all’interno della base e hanno conquistato la quinta antenna della NRTF USA. La bandiera NO MUOS sventola anche nel settore vicino al cancello 1, l’ingresso principale della base statunitense che ospita il cantiere MUOS.

Con i due giovani appena entrati, sono già dieci i NO MUOS che occupano le antenne della base della morte. Adesso l’appuntamento è per le ore 16,30 per la marcia di riappropriazione della riserva naturale Sughereta espropriata e violata dalle forze armate Usa e italiane e dalla borghesia mafiosa.

Intanto abbiamo parlato al telefono con Nicola e Francesca, due degli attivisti che da ieri sera sono sospesi sulle antenne. Morale alto e determinati a resistere ancora a lungo: sorridono, scherzano e invitano a partecipare alla manifestazione di oggi alle 16,30. Ci riferiscono che Turi Vaccaro, anche lui appeso a un’antenna, è senza cibo e senza acqua: sta praticando già da quattro giorni lo sciopero della fame, mentre ha appena accettato un sorso d’acqua, dopo ventiquatt’ore di astensione  dal bere.

La circostanza che Turi Vaccaro si astiene dal cibo, stante la pericolosità, è stata prontamente comunicata alle autorità che non possono fingere di non sapere.

Foto del profilo di Coordinamento Regionale Comitati NO MUOS
About Coordinamento Regionale Comitati NO MUOS 242 Articles
Il Coordinamento Regionale dei comitati NO MUOS è un'aggregazione di comitati NO MUOS che si sono formati in Sicilia negli ultimi anni. Esso nasce dall'esigenza di dar vita ad una serie di iniziative comuni e diffuse riguardanti l'informazione sul MUOS e l'opposizione all'istallazione di questo impianto in modo da estendere quanto più possibile la mobilitazione sviluppata in ogni paese.

1 Trackback / Pingback

  1. Norme repressive contro i/le #NoMuos nel decreto antiomofobia – Al di là del Buco

Rispondi