OGGI IL COMUNE DOMANI LA BASE

 


A seguito del grave affronto perpetrato dal presidente della Regione Rosario Crocetta — che ha definitivamente tradito e venduto la volontà di un intero popolo — è arrivato il momento di dare una risposta forte e decisa.

Nessuna delega e nessuna fiducia nei confronti dei traditori del popolo siciliano. Ormai è chiaro che smantellare la base NRTF e le antenne MUOS tocca ai cittadini niscemesi, ai siciliani, agli italiani e a tutti quelli che hanno a cuore il mantenimento della pace, della salute, la salvaguardia dell’ambiente e la smilitarizzazione dei territori, ma soprattutto a quanti pretend

ono che sia rispettata la volontà di un territorio ostile alle idee guerrafondaie e ai soprusi degli Usa che da settant’anni sono imposti all’alleato/servo italiano. Di fronte alle grandi manifestazioni degli ultimi mesi e di fronte alla determinazione di un popolo in lotta per la liberazione dagli invasori riteniamo che nessun’altra relazione sia necessaria. Certamente non la finta relazione dell’ISS, che comunque contiene parole durissime nei confronti dell’impianto militare, usata strumentalmente da Crocetta per autorizzare la continuazione dei lavori del MUOS. I cittadini, compresi quelli che si sono affidati alla “rivoluzione crocettiana” e che adesso si sentono delusi dalle promesse non mantenute, hanno capito che nulla la politica può e vuole fare contro l’installazione delle mega antenne.

Smontarle si può, smontarle tocca a noi!

Giorno 9 Agosto 2013 i cittadini si riprenderanno ciò che la politica e gli eserciti hanno sequestrato illegalmente da 22 anni. Invaderemo la sughereta e libereremo il nostro territorio da chi pretende di imporr

e a qualunque costo interessi di guerra e di morte.

Il comitato No Muos di Niscemi lancia un appello nazionale affinché la questione MUOS sia definitivamente una partita chiusa e la base NRTF sia smantellata. Senza deleghe, con la forza di un popolo in lotta.

#cominciaora                                                                                                                                       Comitato No Muos Niscemi 

Be the first to comment

Rispondi