10 novembre manifestazione nazionale a Roma con Riace contro il governo ed il decreto Salvini

manifestazione 10 novembre

          Giù le mani da Riace e Domenico Lucano!

        Uniti e solidali contro il decreto Salvini


Tutte e tutti a Roma il 10 novembre: Manifestazione nazionale

L’arresto e l’attuale esilio di Mimmo Lucano, sindaco di Riace per tre
legislature, sono sostenuti da accuse grottesche di favoreggiamento
dell’immigrazione clandestina e illecito nell’affidamento dei rifiuti, per la cui raccolta e smaltimento Riace ha avviato un’esperienza innovativa ed efficace in un territorio della Locride dove la ‘ndragheta spesso “detta legge”. Ma il motivo vero è ben noto: Riace e Mimmo Lucano hanno indicato una possibile soluzione per rendere “virtuosa” l’accoglienza e l’integrazione dei migranti nel corpo vivo delle comunità locali, in netta contrapposizione al mega-business della mala-accoglienza come dimostra la tragica esperienza del Cara di Mineo. Cose che Salvini e i reazionari leghisti (che la faranno franca per la truffa di 49 milioni) , con la complicità dei 5 Stelle, non potevano accettare, al punto da spingere l’indegno ministro degli Interni a definire Mimmo Lucano “uno zero”. Nel corso del tempo, Riace, paese abbandonato da gran parte della popolazione,
non solo si è ripopolato, ma è divenuto un modello di accoglienza degna, in contrapposizione alle “galere etniche” disseminate in Italia. Il progetto ha messo le persone e i loro diritti sopra e prima di tutto, proprio per questo, ha fatto paura al precedente governo e ancor più all’attuale. Sia il governo Gentiloni sia quello Salvini-Di Maio hanno bloccato i finanziamenti, motivando il blocco con il fatto che le condizioni di vita dei migranti sarebbero inadeguate. E all’attuale governo non è parso vero poter dare il “colpo di grazia” a questa preziosa esperienza. Il decreto sicurezza/immigrazione di Salvini, se non verrà ritirato, sancirà la fine di questa e di analoghe esperienze ed il razzismo verrà ulteriormente istituzionalizzato, ad 80 anni dalle vergognose leggi razziali.
Dalla Sicilia, frontiera Sud della fortezza Europa, impegniamoci a costruire la più ampia mobilitazione, dopo il successo a Catania della liberazione degli ostaggi della Diciotti, per fermare Frontex, il dilagante razzismo ed aprire i porti e le città all’accoglienza delle sorelle e dei fratelli migranti. Non facciamoci accecare da chi sbraita “Prima gli italiani” per attizzare nuove guerre fra poveri ed ai poveri. Costruiamo un altro mondo possibile che metta “Prima gli sfruttati” a prescindere dal colore della pelle: RESTIAMO UMANI.

             NO ALLA CRIMINALIZZAZIONE DELLA SOLIDARIETA’!

RIACE NON SI ARRESTA! 10, 100, 1000 Riace!

Rete antirazzista catanese

 

info-adesioni: catanianofrontex@gmail.com 3803266160

https://www.facebook.com/events/2129425770453487/

 

10 NOVEMBRE, MANIFESTAZIONE NAZIONALE | UNITI E SOLIDALI CONTRO IL GOVERNO, IL RAZZISMO E IL DECRETO SALVINI

Ore 14 piazza della Repubblica, Roma

L’assemblea che si è svolta domenica 14 ottobre a Roma, dopo un’intensa discussione che ha fatto emergere l’urgenza di una presa di parola collettiva contro la deriva razzista e fascista del paese, ha deciso di lanciare una sfida al governo cogliendo il tempo della conversione in legge del Decreto Salvini su immigrazione e sicurezza, considerato un preoccupante attacco generalizzato ai diritti e alle libertà di tutti e tutte.
Di seguito i punti della piattaforma approvata e l’appello a tutte le realtà sociali e politiche, ai cittadini e alle cittadine di aderire e partecipare.

Per informazioni e adesioni: 10novembre18@gmail.com

*************

È il momento di reagire, mobilitarsi e unirsi contro gli attacchi del governo, a cui Minniti ha aperto la strada, contro l’escalation razzista e il decreto Salvini che attacca la libertà di tutte e tutti.

– Per il ritiro immediato del Decreto immigrazione e sicurezza varato dal governo. NO al disegno di legge Pillon.

– Accoglienza e regolarizzazione per tutti e tutte.

– Solidarietà e libertà per Mimmo Lucano! Giù le mani da Riace e dalle ONG.

– Contro l’esclusione sociale.

– No ai respingimenti, alle espulsioni, agli sgomberi.

– Contro il razzismo dilagante, la minaccia fascista, la violenza sulle donne, l’omofobia e ogni tipo di discriminazione.

Per queste ragioni convochiamo una MANIFESTAZIONE NAZIONALE pacifica, solidale, accogliente e plurale per sabato 10 novembre a Roma.

Piattaforma approvata dall’assemblea antirazzista del 14 ottobre a Roma

https://www.facebook.com/indivisibili10novembre/photos/a.936758059867588/936984899844904/?type=3&theater

 

 

http://adlcobas.it/Contro-la-minaccia-del-decreto-Salvini-lavoratrici-e-lavoratori-dell.html?fbclid=IwAR3RGfxjde5mPELxt-tc3PZXeSijvXgFtNYLFP53caYgvJLCZMbHtFLZXm4

https://www.facebook.com/iostoconriace/posts/1923629317726946

 

https://www.a-dif.org/2018/10/18/dallaccoglienza-alla-detenzione-dopo-il-decreto-legge-sicurezza/?fbclid=IwAR0cx3ngSsTipchT1reFFLeL9NBLOmrOEv2YkHGS_DizteRojjSB11tRES8

 

chi tace è complice, gli avvocati di Caltanissetta aderiscono al 10 novembre: https://www.meltingpot.org/Chi-tace-e-complice-gli-avvocati-di-Caltanissetta.html?fbclid=IwAR0OS07AkIrJxrVTLDwFlf-6bK0_7dY8EbPXfT1xlXo9sWnyvUMmY58Esgg#.W885plUzYdV

 

intervento di Domenico Lucano a Che tempo che fa: https://www.facebook.com/iostoconriace/posts/1926151177474760?__xts__[0]=68.ARCo6zSFxH_e7cGQAM1btTuqQLonR7fpSBcHcjoSPeEBZJonjWf5p_ExKyvTJSSffY9D8gGS1qtfXakAeuiMNUWaS0_7TKh8CgC5ZTAOc-MnqQEZSEgNVMrTJtvLLZl6mjJ-_SAnycrb4MLvvCLXxnL0DFF6dDIGero3C_kQGHP6TVmFJRF0NeIzNhWJsMMvxwm9aHtU3elOmxiTrtzfOouinG82uw&__tn__=-UC-R

manifesto 10

Be the first to comment

Rispondi