Ancora repressione contro il Movimento NO MUOS: appello alla solidarietà!

Ancora repressione contro il Movimento NO MUOS: appello alla solidarietà!

Lo scorso 7 agosto il Movimento NO MUOS è tornato a protestare lungo i reticolati della base della Marina militare USA a Niscemi. Dopo un’assemblea/seminario al presidio, alcune centinaia di attiviste/i sono scese/i davanti al cancello principale della base super presidiato e super militarizzato, dando vita ad una serie di proteste e concludendo la giornata con un’assemblea pubblica. Nelle settimane successive tre compagni sono stati raggiunti da altrettante denunce: uno è il compagno niscemese che ha firmato le comunicazioni alla Questura, accusato della mancata osservanza delle prescrizioni sullo svolgimento della manifestazione. Gli altri due per l’accensione di alcuni fumogeni.


La sensazione è che, anche un contesto senza particolari tensioni come quello del 7 agosto, rappresenti per le forze dell’ordine borghese una inaccettabile intrusione nella pax americana che loro sono chiamati a far rispettare attorno ad una delle basi più pericolose e attive nel Mondo, da cui in ogni istante gli USA fanno guerra. Le ultime denunce si aggiungono alle decine precedenti che impegnano il movimento e il gruppo di avvocati e avvocate solidali da molti anni, molte risalenti ancora al 2013/2014, anni in cui la pressione dell’attivismo e di tantissime realtà politiche, sociali, culturali nei confronti delle forze armate statunitensi, era particolarmente forte e diffusa.


Il fronte di lotta legale, contro la repressione, rappresenta ancora oggi uno dei più importanti di questa decennale lotta; esso impegna economicamente il movimento in maniera superiore alle sue attuali possibilità. Per tale motivo abbiamo deciso di rilanciare la sottoscrizione per far fronte alle spese legali, e invitiamo quanti ci sono stati a fianco in questi lunghi anni, quanti ci hanno dato il loro sostegno e la loro solidarietà, quanti condividono questa battaglia di liberazione da una occupazione militare e da un coinvolgimento in pratiche guerrafondaie, a dare il loro contributo, effettuando un versamento sul conto corrente

IBAN
IT67J0501804600000019006733

intestato a Miceli Marino e Rinnone Sandro.


Esprimiamo tutta la nostra solidarietà ai compagni denunciati il 7 agosto!

Ribadiamo il nostro essere a fianco di chi lotta contro l’imperialismo e la militarizzazione dei territori in una prospettiva internazionalista, femminista, ambientalista e anticapitalista.


La lotta contro il MUOS è lotta contro le guerre che devastano territori, sterminano i popoli, militarizzano le nostre vita e ci negano diritti essenziali: per questo non ci fermeranno mai!


Movimento NO MUOS
SETTEMBRE 2021

About Coordinamento Regionale Comitati NO MUOS 281 Articles
Il Coordinamento Regionale dei comitati NO MUOS è un'aggregazione di comitati NO MUOS che si sono formati in Sicilia negli ultimi anni. Esso nasce dall'esigenza di dar vita ad una serie di iniziative comuni e diffuse riguardanti l'informazione sul MUOS e l'opposizione all'istallazione di questo impianto in modo da estendere quanto più possibile la mobilitazione sviluppata in ogni paese.

Be the first to comment

Rispondi