Riace non si arresta

riace

Mimmo Lucano libero subito !
il 6 ottobre tutti/e a Riace

L’arresto di Mimmo Lucano, sindaco di Riace per tre legislature, è sostenuto da accuse grottesche di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e illecito nell’affidamento dei rifiuti, per la cui raccolta e smaltimento Riace ha avviato un’esperienza innovativa ed efficace.Ma il motivo vero è ben noto: Riace e Mimmo Lucano hanno indicato una possibile soluzione per rendere “virtuosa” l’accoglienza e l’integrazione dei migranti nel corpo vivo delle comunità locali, in netta contrapposizione al mega-business della mala-accoglienza come dimostra la tragica esperienza del Cara di Mineo. Cose che Salvini e i reazionari leghisti (che la faranno franca per la truffa di 49 milioni) , con la complicità dei 5 Stelle, non potevano accettare, al punto da spingere l’indegno ministro degli Interni a definire Mimmo Lucano “uno zero”. Solo che il suddetto “zero” è al momento uno degli uomini più famosi del mondo, al punto che la rivista statunitense Fortune lo ha messo nella lista dei 50 uomini più importanti del pianeta, grazie all’esperienza di Riace , studiata a livello internazionale per poterla applicare. Nel corso del tempo, Riace, paese abbandonato da gran parte della popolazione, non solo si è ripopolato, ma è divenuto un modello di accoglienza degna, in contrapposizione alle “galere etniche” disseminate in Italia. Il progetto ha messo le persone e i loro diritti sopra e prima di tutto, costituendo un esempio che si è diffuso in oltre 40 località italiane e che, proprio per questo, ha fatto paura al precedente governo e ancor più all’attuale. Sia il governo Gentiloni sia quello Salvini-Di Maio hanno bloccato i finanziamenti, motivando il blocco con il fatto che le condizioni di vita dei migranti sarebbero inadeguate. E all’attuale governo non è parso vero poter dare il “colpo di grazia” all’esperienza , prima varando nel decreto Salvini la fine di questa e di analoghe esperienze (che resterebbero in vita solo per pochissimi migranti dotati di “protezione internazionale” e per bambini migranti senza genitori) e poi creando tutte le condizioni preparatorie per l’arresto di Mimmo Lucano.
NO ALLA CRIMINALIZZAZIONE DELLA SOLIDARIETA’! RIACE NON SI ARRESTA!
Venerdì 5 ottobre alle ore 17,30 presidio in via Etnea, davanti Villa Bellini-Ct
Sabato 6 ottobre alle ore 15 manifestazione nazionale a Riace
Rete Antirazzista Catanese
https://www.facebook.com/events/952147258308291/

Prenotazione posti pullman da Catania (partenza ore 8,30 da piazza Giovanni 23°- Stazione ) 15 euro e 10 studenti o disoccupati : 3803266160 3332083308 catanianofrontex@gmail.com

https://www.facebook.com/Riacepatrimonioumanita/
https://volerelaluna.it/commenti/2018/10/02/larresto-di-mimmo-lucano-il-mondo-al-contrario/
https://www.retekurdistan.it/2018/10/03/comunicato-sullarresto-di-mimmo-lucano/
https://www.articolo21.org/2018/10/riace-ecco-perche-linchiesta-e-destinata-a-sgretolarsi/
http://www.iacchite.com/riace-giudice-sirianni-spiega-conflitto-dinteressi-dellispettrice-inguaiato-lucano/

Be the first to comment

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.