Ginevra: Guerra alla guerra! Attaccati gli uffici Lockheed Martin International

Ginevra: Guerra alla guerra! Attaccati gli uffici Lockheed Martin International

Proprio il giorno dell’annuncio della piena operatività del Muos (prodotto dalla Lockheed Martin) la sede di Ginevra della multinazionale della morte è stata presa di mira dagli attivisti in solidarietà con il Rojava.

Qui il comunicato:

La notte del 21 ottobre 2019 abbiamo attaccato gli uffici di Ginevra del Lockheed Martin International. 

Abbiamo preso di mira questo posto per esprimere il nostro sostegno al Kurdistan siriano, che è stato preso d’assalto dall’esercito turco dallo scorso 9 ottobre, con l’aiuto degli aerei F16 di Lockheed Martin International.

 La nostra azione risponde all’appello della campagna RiseUp4Rojava.Se oggi ci mobilitiamo per il Rojava, è innanzitutto per l’esperienza sociale rivoluzionaria che rappresenta, i cui valori centrali sono il femminismo, l’ecologia, la democrazia radicale e le convivenze di diversi popoli locali e che offre prospettive uniche per tutta l’umanità e deve essere difesa a tutti i costi.

D’altra parte, se Erdogan riesce a bombardare il Kurdistan siriano impunemente è perché l’Unione europea preferisce vedere migliaia di civili morire sotto le bombe piuttosto che aprire i suoi confini ai rifugiati che vengono rinchiusi nei campi in Turchia. Le politiche razziste nel nostro paese che condannano a morte centinaia di persone nel Mediterraneo e migliaia di altre condannate al confino, isolamento, repressione di polizia e molestie amministrative … ovunque in Europa e in Svizzera e che oggi consentono l’ inizio di un genocidio in Siria.La nostra solidarietà va a tutti i rivoluzionari della Siria settentrionale, agli internazionalisti che si sono uniti alla lotta, alle migliaia di combattenti che sono già caduti per difendere il Rojava e a tutti coloro che  sono stati sacrificati in nome della “gestione dei flussi migratori”.

Poiché vogliamo vedere fiorire la rivoluzione in Rojava e in tutto il mondo, perché chiediamo la libera circolazione per tutti, perché coloro che traggono profitto dalla guerra non dovrebbero mai avere la pace, continueremo a organizzare la resistenza e attaccare i vari attori del massacro in corso.

Cosa dice la campagna RiseUp4Rojava sul nostro target, Lockheed Martin International:“Lockheed Martin è il più grande trafficante di armi al mondo, con $ 51 miliardi di vendite nel 2017.

Produce aerei militari, tra cui aerei da combattimento F16 e F35, missili, navi da guerra, radar, sistemi di controllo delle armi, satelliti e veicoli spaziali.La
spina dorsale dell’aeronautica turca è l’F-16 Falcon sviluppato da Lockheed
Martin.Questi aerei  sono stati  fondamentalmente utilizzati durante il massacro di Roboski in 2011, dove 34 persone sono state uccise dagli F16 turchi. Le vittime erano per lo più adolescenti.

I caccia turchi continuano i loro attacchi ai villaggi curdi nella regione di Qandil nel Kurdistan iracheno, dove il PKK ha le sue basi principali distruggendo le case degli abitanti dei villaggi curdi durante i bombardamenti “.

Ginevra: Guerra alla guerra! Attaccati gli uffici Lockheed Martin International

Articolo originale (in francese): https://renverse.co/Faire-la-guerre-a-la-guerre-attaque-des-bureaux-de-Lockheed-Martin-2258

Be the first to comment

Rispondi