MUOS: violazioni ambientali e possibili azioni legali

Si terrà presso il Museo Civico di Niscemi, sabato 7 dicembre alle ore 16:00, l’incontro sul tema “MUOS: violazioni ambientali e possibili azioni legali“. L’incontro è aperto al pubblico. Tutta la cittadinanza è invitata a partecipare. Interverranno:

  • Ing. Alfonso Albanelli, ingegnere esperto ambientale;
  • Avv. Angelo Vittorio Giunta, patrocinante in cassazione e dinanzi le giurisdizioni superiori;
  • Gianmarco Catalano, attivista No Muos / Punta Izzo possibile;
  • Giulia Di Martino, portavoce per la campagna Giudizio Universale facciamo causa: invertiamo il processo.

Sarà presente il sindaco di Niscemi Avv.Massimiliano Conti che porterà i suoi saluti all’apertura dell’evento. L’evento è inoltre promosso grazie anche alla collaborazione con l’Ordine degli Avvocati di Gela, saluterà l’incontro la Presidente Avv. Mariella Giordano.

In questa occasione saranno affrontati alcuni aspetti irrisolti e tuttora poco indagati relativi alla presenza della base militare in Contrada Ulmo che continua a operare, a inquinare e a distruggere un sito ad alto interesse comunitario e dall’inestimabile valore ambientale, paesaggistico e culturale: la Sughereta. Si tratta di una delle poche riserve naturali siciliane superstiti, costantemente sotto attacco, e tra le più importanti del Mediterraneo anche per la presenza della quercia monumentale più antica d’Europa.

Conclusasi sfavorevolmente la stagione dei processi per abusivismo e danni ambientali, si intende procedere con lo studio e l’approfondimento della situazione, per non abbandonare l’annosa questione riguardante il MUOS e tutta la base militare. Sebbene infatti l’Ammiraglio Becker abbia recentemente dichiarato che le controversie con i residenti risultano “risolte”, il territorio di Niscemi, e i siciliani tutti, continuano a pagare le conseguenze della malagestione politica e dell’abbandono da parte di quelle istituzioni che dovrebbero rappresentare i propri cittadini e averne a cuore il benessere.

Ordine e dettaglio degli interventi

  • Saluti del sindaco di Niscemi, Avv. Massimiliano Conti
  • Saluti della Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Gela, Avv. Mariella Giordano
  • Ing. Alfonso Albanelli, ingegnere esperto ambientale: Un’opera contro legge e contro natura.
  • Avv. Angelo Vittorio Giunta, patrocinante in cassazione e dinanzi le giurisdizioni superiori, specializzato in diritto amministrativo e amministrativo militare: 1. MUOS, opera realizzata in base ad accordi conclusi tra gli Stati Uniti d’America e il Ministro della Difesa della Repubblica italiana in data 6/4/2006; 2. Effetti e conseguenze ai sensi del D.Lgs. 42/2004 (Codice dell’ambiente e del territorio) e del D.Lgs. 15/3/2010 n.66 (Codice dell’Ordinamento Militare); 3. Natura dell’accordo: politico o amministrativo; 4. Eventuali azioni esperibili a tutela dell’ambiente e del territorio.
  • Gianmarco Catalano, attivista No Muos / Punta Izzo Possibile: Opere militari e tutela del paesaggio: il caso di Punta Izzo.
  • Giulia Di Martino, portavoce per la campagna: Giudizio Universale: invertiamo il processo. Chiedere allo Stato italiano misure stringenti per rispondere ai cambiamenti climatici.

Modera: Cristina Di Pietro, autrice del libro Oltre le reti – Cronache da Contrada Ulmo.

Be the first to comment

Rispondi